Tuesday 15 October 2019
Prima Pagina

Finestre aperte sullo squallore «Noi, affacciati su spaccio e alcol»

ANCONA C'è chi ci mangia, chi beve fino a ubriacarsi, chi fuma, chi bivacca e schiaccia un pisolino. Chi, tra musica e schiamazzi, toglie il sonno ai residenti. Dove siamo? In via Lamaticci, cerniera tra la stazione e il Piano, una terra di frontiera dove ormai gli anconetani sono contati e sui citofoni si leggono solo nomi di stranieri. E i residenti sono esasperati: «Nessuno ci ascolta».

Per continuare a leggere l'articolo, l'edizione del Messaggero dalla mezzanotte e tutte le edizioni del giornale, attiva subito la promozione.

Leggi Subito